ODONTOIATRIA E CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE

Il Dipartimento di Chirurgia Maxillo-Facciale e Odontoiatria in Salus offre servizi diagnostici e terapeutici a una vasta gamma di pazienti con problemi della regione orale, testa e collo. Il dipartimento si occupa della diagnosi e della terapia delle patologie neoplastiche (tumore), funzionali, traumatiche. Con 7 anni di esperienza, questo dipartimento è particolarmente impegnato nella correzione delle deviazioni craniomaxillo-facciali e dei dismorfismi della regione della testa. L’ortodonzia, come servizio fornito dagli specialisti ortodontici del nostro dipartimento, lavora a stretto contatto con i chirurghi maxillo-facciali.

Gli interventi vengono eseguiti in anestesia generale e in completa fiducia per il successo dell’intervento. Il Salus Hospital possiede apparecchiature radiografiche 3D (bobina TAC dentaskan) per esigenze implantologiche e ortodontiche chirurgiche

Servizi:

Tipi di chirurgia:

Le patologie oncologiche cervico-facciali costituiscono una delle maggiori sfide del chirurgo oro-mascellare-facciale. Il trattamento dei tumori della testa e del collo richiede un approccio multidisciplinare e una sinergia di obiettivi condivisi da alcuni professionisti come oncologo, radioterapista, otorinolaringoiatra, microchirurgo, psicologo o fisioterapista.

Un posto elettivo tra le patologie del distretto facciale del cranio mascellare occupa certamente la traumatologia.

Una malformazione craniofacciale costituisce un’anomalia dello sviluppo embrionale con conseguente alterazione dell’osso sovrastante, della mascella e dei tessuti molli. Tre quarti delle malformazioni diagnosticate alla nascita rientrano nella categoria delle malformazioni craniofacciali.

I denti maturi sono gli ultimi denti ad emergere negli archivi dentali. La loro comprensione si realizza intorno all’età di 17-25 anni. Uno dei rischi dei denti della retina è che essere trattenuti può comunque infettarsi e causare dolore, causare problemi nelle strutture anatomiche circostanti o addirittura essere il fattore eziologico delle cisti mascellari.

La chirurgia ortodontica, o chirurgia della mascella, è il ramo della chirurgia facciale della mascella che consente la correzione di un ampio spettro di anomalie o anomalie scheletriche facciali e dentali. È uno dei settori principali di un reparto facciale oro maxilo. Interventi di questo tipo consentono la correzione totale dell’occlusione, migliorano in modo significativo l’estetica del viso e allo stesso tempo correggono i problemi funzionali relativi a masticazione, fonazione e respirazione.

La sindrome da apnea ostruttiva del sonno (OSAS) è una situazione clinica caratterizzata da un gran numero di ostruzioni delle vie aeree superiori come fumo, alcol, vari farmaci o anomalie scheletriche facciali che sono tutti fattori di rischio per lo screening dell’OSAS. . L’evidenza di questi episodi ostruttivi è associata a una diminuzione della saturazione di ossigeno nel sangue e ad un aumento della CO2. Il paziente non è a conoscenza di episodi ostruttivi, tuttavia durante il giorno soffre delle conseguenze di un sonno non riparabile: sonnolenza, difficoltà di concentrazione, diminuzione della libido, irritabilità al cambiamento della personalità. Questi pazienti hanno un rischio aumentato da 4 a 8 volte maggiore rischio di incidenti stradali o gravi conseguenze sul lavoro nel sistema cardiovascolare con ipertensione, ictus e ictus. La diagnosi si basa su esami specifici della qualità del sonno come la polisonnografia. Quest’ultimo consente il conteggio degli eventi ostruttivi in ​​1 ora: oltre 3 eventi in un’ora costituisce la forma aggravata di apnea in cui il rischio di eventi cardiovascolari aumenta, il che rende il trattamento di questa categoria di pazienti molto necessario e urgente. L’approccio terapeutico è multidisciplinare e varia in base alla gravità e al tipo di caso. Possiamo menzionare specificamente alcuni dei trattamenti elencati di seguito:

  • L’uso di apparati speciali durante la nanna come CPAP che in modo più dettagliato è un dispositivo che consente l’assistenza respiratoria continua da una maschera facciale
  • Nelle forme più leggere, possono essere utilizzati dispositivi di riposizionamento mandibolare endorfico che, facendo avanzare la mandibola, consentono l’apertura delle prime vie aeree dell’area orofaringea e dopo la radice della lingua.
  • Un’alternativa che è efficace dall’80 al 95% e che non provoca mai ricadute di problemi respiratori è l’intervento chirurgico di avanzamento biassiale. Con l’intervento possiamo ottenere un anticipo fino a 10 mm. Dopo l’intervento che è una procedura completamente endo-orale, al paziente è consentito eliminare i dispositivi di assistenza durante il sonno come CPAP.

La sedazione cosciente endovascolare è una tecnica che ci consente di sovrapporre gli interventi dentali non sentendo nulla e soprattutto non ricordando nulla. Questo ci porta molti vantaggi poiché amministrando la sedazione possiamo gestire i pazienti che sono pazienti particolarmente non cooperativi che soffrono di sindrome di Down o bambini odontophobic. La sedazione non è un rischio e non ha effetti collaterali se eseguita da un anestesista. Prima di procedere a tale procedura su qualsiasi paziente, è necessario eseguire alcuni esami preoperatori come ALT, Emogramma, Creatinina, Opt, ecc. Prima di procedere. Un intervento di sedazione richiede sempre la presenza di un anestesista specializzato in grado di monitorare tutti i parametri vitali del paziente durante tutto il processo: pressione sanguigna, frequenza cardiaca, saturazione.

  • La sedazione è diversa dall’anestesia totale poiché il paziente respira durante la sessione di sedazione in una normale forma non meccanica, quindi non abbiamo bisogno dell’intubazione nasotracheale.
  • In secondo , anche il tempo di recupero postoperatorio è più breve.
  • Durante la sedazione abbiamo sempre bisogno di essere assistiti con iniezioni locali di anestesia, come faremmo durante una normale seduta dal dentista.
  • Non ci sono controindicazioni specifiche, quindi può essere utilizzato in pazienti odontofobici pediatrici o adolescenti, nonché in pazienti con patologie rare.

La sedazione è davvero adatta a una vasta gamma di fasce d’età. Tutti i pazienti pediatrici dai 4 ai 14 anni possono essere ammessi. Il protocollo per i bambini è diverso:

  • I farmaci vengono iniettati in base al peso
  • Il tempo di intervento è più breve

L’implantologia è quella branca della chirurgia che si occupa della sostituzione dei denti mancanti nelle casse, con viti in titanio biocompatibili che vengono posizionate all’interno della mascella del livello della cassa.

Le tecniche chirurgiche odierne hanno consentito interventi completamente indolori e un ripristino totale della funzionalità e dell’estetica. Il posizionamento di un impianto osseo protegge le ossa delle aree edentule della mascella dall’atrofia, che deriva da una mancanza della funzione masticatoria. L’impianto dentale è composto da 3 parti: una vite in titanio che è avvitata saldamente all’osso mascellare, pilastro in titanio e corone in ceramica.

Medici:ODONTOIATRIA E CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE

Dr. Francesco Lagana

Dr. Edlira Baruti

Dr. Marsida Belshaku

Dr. Marion Sako

Articoli:ODONTOIATRIA E CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE

Sedacioni për fëmijë në stomatologjinë pediatrike.

Sedacioni për fëmijë

Zakonet e përditshmërise që dëmtojnë smaltin e dhëmbeve.

Të SIGURT në SALUS

"Gingiviti, furça elektrike e dhëmbëve e përkeqëson atë", e vërtetë apo false?

IMPLANTET DENTARE NЁ SPITALIN SALUS