CARDIOLOGIA

Il Dipartimento di Cardiologia in Salus è orientato al trattamento non invasivo delle patologie cardiovascolari. Questo servizio aiuta a tracciare i pazienti con problemi cardiovascolari secondo i protocolli contemporanei standard per ogni patologia.

Alcuni degli esami offerti sono:

Specifiche di questi esami:

L’elettrocardiogramma (ECG) è l’esame cardiologico strumentale più semplice e più frequente che consiste nel rilevare e trascrivere il grafico che è formato da impulsi elettrici dal cuore. Le onde registrate su carta o visualizzate sul monitor corrispondono a diversi momenti di attività cardiaca (ovvero contrazione e rilassamento del muscolo cardiaco). L’ECG è un esame che fornisce una serie di informazioni sulla salute del cuore, un ECG può valutare la frequenza cardiaca e il tipo di ritmo, presenza di disturbi della conduzione, segni di malattia ischemica e infarto del miocardio . L’utilizzo di questo semplice esame ci porta ad altri screening cardiaci.

L’ecocardiografia è un metodo diagnostico di imaging che consente la valutazione dell’anatomia del cuore e ci fornisce informazioni importanti sulla funzione cardiaca. L’ecocardiogramma transtoracico si ottiene ottenendo immagini dall’energia di un fascio di ultrasuoni. Questi vengono emessi attraverso una sonda che poggia sul torace ed è diretta da un medico. Le onde di riflessione vengono riconquistate dalla sonda stessa e inviate al processore per ultrasuoni che visualizza il segnale e lo visualizza sul monitor. Vengono così identificate le varie strutture cardiache (ventricoli, atri, valvole, ecc.) E il loro movimento durante l’attività cardiaca. È anche possibile studiare il flusso sanguigno e il suo passaggio attraverso le valvole ecocardiografiche Doppler e Color-Doppler ed è anche possibile valutare la perfusione miocardica con Doppler tissutale (Doppler tissutale). È un esame innocuo, che dura fino a 30 minuti a seconda del caso. Il paziente durante l’esame viene posto in posizione semi-seduta, con il braccio sinistro sollevato. Gran parte della patologia cardiaca è evidenziata nell’ecocardiografia, in particolare patologia valvolare, cardiomiopatia di varie eziologie e cardiopatie ischemiche. Indispensabile è il contributo diagnostico che può essere dato alle cardiopatie congenite sia nei bambini che negli adulti. Può anche fornire indicazioni chiare per il trattamento del paziente e proporre ulteriori esami diagnostici. Questo metodo ha diverse limitazioni (il beneficio dell’imaging non ottimale) negli individui obesi o nei pazienti con malattia polmonare ostruttiva cronica, enfisema, ecc.

Per elettrocardiogramma durante lo sforzo intendiamo la registrazione di un elettrocardiogramma durante lo sviluppo dell’attività fisica. Normalmente viene eseguito su un tappeto in movimento. Lo sforzo o il carico del test viene lentamente aumentato dall’aumento costante del ritmo di lavoro. Durante l’esame, l’attività cardiaca viene mantenuta sotto controllo continuo attraverso il monitor dell’elettrocardiogramma. Anche la pressione arteriosa viene monitorata durante il lavoro. Durante l’esame, viene prestata particolare attenzione ai sintomi che il paziente può mostrare e alla loro associazione con possibili cambiamenti dell’elettrocardiogramma. Questo esame dura 30-45 minuti ed è praticato da servizi ambulatoriali attrezzati per far fronte a complicazioni impreviste che possono verificarsi durante lo sforzo. L’esame può essere interrotto in qualsiasi momento dal medico (esistono criteri clinici standard e dispositivi di arresto) ma anche dal paziente stesso, a seconda delle condizioni del paziente. Rispetto al normale ECG di base, questo metodo fornisce maggiori informazioni in quanto forza il cuore ad aumentare l’attività lavorativa e consente quindi l’identificazione di patologie che appaiono in uno stato di deformazione. Le malattie cardiache diagnosticate da questo esame sono la cardiopatia ischemica, in particolare l’angina pectoris, e studia le capacità funzionali del sistema cardiovascolare, specialmente in pazienti con infarto miocardico acuto.

Il ritmo di 24 ore e 48 ore Holter è un esame che consiste nel monitorare il ritmo cardiaco durante le 24 ore del giorno o fino a 48 ore, per identificare i disturbi del ritmo, i disturbi della conduzione o le pause del ritmo cardiaco. che non può essere registrato sull’elettrocardiogramma (ECG) di tranquillità.

Pressure Holter è un esame che monitora la pressione arteriosa per 24 ore e serve a rilevare le fluttuazioni della pressione arteriosa. Questo esame serve a selezionare valori di pressione sanguigna alta o bassa che non possono essere misurati in misurazioni casuali o ambulatoriali dei pazienti stessi.

Medici:CARDIOLOGIA

Dr. Blerina Dida

Dr. Lidra Gjyli

Dr.Loreta Bica

Dr. Bruna Sukaj

Articoli:CARDIOLOGIA

Fibrilacioni atrial

Aritmia

Ateroskleroza

Kardiologjia në Salus

Faktorët e riskut të sëmundjeve kardiovaskulare

Të SIGURT në SALUS